Marchionne: "Il vero lavoro è appena cominciato"

Inviato da Daniela La Cava il Mar, 13/06/2006 - 09:12
Quotazione: FCA CHRYSLER
La produzione di automobili tira, al punto di costringere la Fiat a ricorrere al lavoro straordinario. Parlare di nuove assunzioni, però, "è prematuro". Sergio Marchionne, l'amministratore delegato del Lingotto artefice del rilancio, su questo punto si è mostrato prudente. Davanti alla platea degli industriali torinesi il numero uno operativo di Fiat ha ripecorso la storia centenaria dell'azienda e gli ultimi difficili anni, ma non ha cercato facili complimenti: "Vediamo come andranno i prossimi due mesi - ha detto -. Poi decideremo". Ma intanto i grandi progressi fatti sono sotto gli occhi di tutti. "Abbiamo preso in mano le redini dell'azienda due anni fa, quando la Fiat stava attraversando la peggiore crisi della sua storia. In questi 24 mesi - ha precisato Marchionne - abbiamo allontanato la minaccia di estinzione della Fiat". Anche se, ha aggiunto, "il vero lavoro è appena cominciato". Intanto, l'obiettivo immediato è quello di concentrarsi sul core business, cioè sull'automotive. Rientra in questa strategia la volontà di "riportare a casa" la quota della Ferrari al momento nel portafolgio di Mediobanca.
COMMENTA LA NOTIZIA