1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Marchionne: senza nuovi incentivi all’auto sarà un disastro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il 2010 non sarà difficile come il 2009, ma permarranno le difficoltà per l’intero settore auto. Malgrado ciò Fiat, per bocca del suo a.d. Sergio Marchionne, ieri ha confermato i suoi obiettivi. Nel lungo periodo permane il target di 5,5-6 mln di auto vendute. “Basteranno Fiat e Chrysler”, ha detto ieri Marchionne a Francoforte rimarcando come il nuovo piano della casa di Detroit arriverà a novembre.
Non è mancato un riferimento al nodo incentivi. Non rinnovarli, secondo Marchionne, avrebbe un impatto disastroso per l’industria dell’auto europea e sul livello occupazionale in Italia. Pertanto il rinnovo degli incentivi per il bene del Paese. Il tema è stato trattato ieri dai principali costruttori di auto nel corso di una riunione dell’Associazione europea dei costruttori di auto, svoltasi sempre a Francoforte. In sintesi i costruttori ritengono che senza gli aiuti alcuni stabilimenti dovranno chiudere. Ad esempio in Germania non è previsto il rinnovo degli incentivi e le attese sono di un crollo delle vendite.