1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Marchionne sempre in pressing su GM, ma dovrà attendere 2016 dopo spin-off Ferrari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Sergio Marchionne continua incessante il suo pressing su General Motors (GM), ma probabilmente dovrà attendere il prossimo anno prima di sferrare l’attacco decisivo al colosso auto statunitense per spingerlo a una fusione. Ieri a margine del Gran Premio di Monza di F1 l’ad di Fca ha ribadito che “General Motors resta il partner ideale di Fiat Chrysler Automobilities rassicurando nuovamente sul fatto che l’eventuale deal non comporterà ricadute sul fronte occupazionale in Italia. 
Ecco perché è necessario aspettare spin-off Ferrari
General Motors per adesso si è sempre mostrata restia ad avviare i primi colloqui con Fca e i tempi di un eventuale approccio potrebbero essere relativamente lunghi. Secondo quanto riportato da Bloomberg è probabile che Marchionne dovrà attendere fino al 2016 prima di farsi sotto con GM poichè lo spin-off di Ferrari, slittato a inizio 2016, rappresenterà un forte catalyst per Fca rendendo impossibile condurre parallelamente l’operazione GM. La separazione della Ferrari è vista come propedeutica al deal con GM poichè fornirà nuova liquidità per permettersi un’offerta sul gruppo Usa e perché la famiglia Agnelli è desiderosa di mantenere il controllo del Cavallino Rampante. 
Senza Ferrari la capitalizzazione di Fca sarà solo un quarto di GM
“Se assumiamo un valore della Ferrari di 10 miliardi di euro e l’Ipo garantirà a FCA cash per 1 miliardo di euro (sul mercato andrà il 10% di Ferrari) – commentano oggi gli analisti di Banca Akros – la capitalizzazione di mercato di FCA ex-Ferrari è di circa 10,5 miliardi di euro, ossia il 25% circa della capitalizzazione di GM. “E’ chiaro che ogni tentativo di FCA di fusione con GM dovrebbe far leva sul sostegno di fondi attivisti“, argomentano gli analisti di Akros.