Marchionne, Fiat come Apple e la nuova 500 come l’iPod

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Questa sera a Torino l’attenzione sarà tutta per lei, la nuova 500 targata Fiat. La festa per dare il benvenuto alla “vecchia” macchina che torna in pista con un nuovo restyling si terrà proprio stasera ai Murazzi del Po. L’intero capoluogo piemontese sarà animato da schermi giganti che campeggeranno sulle principali piazze, da bancarelle e mercatini vari, da dj set e gruppi di jazzisti in giro su vetture d’epoca e, ovviamente, dai modellini di auto che imperverseranno in esposizione. La Notte Bianca 500, che sarà trasmessa in diretta televisiva su Canale 5, prenderà il via dalle 22.00.


E dopo i grandi festeggiamenti, la mattina del 5 luglio, al termine della conferenza stampa in programma al PalaIsozaki, 180 vetture partiranno dallo Stadio Comunale per effettuare i test drive destinati alla stampa internazionale, mentre, lungo corso Traiano, saranno disposte alcune Fiat 500 storiche che faranno da cornice a pic-nic, festa dei commercianti, mercatino e animazioni. Inoltre, i collezionisti potranno fare un giro sulla pista di collaudo di Mirafiori e avere una foto ricordo lungo l’anello.

Ma il ritorno della 500 non rappresenta un momento importante solo per Torino, bensì per l’intera nazione. Infatti, il 5 e il 6 luglio, in concomitanza con il lancio ufficiale, 30 città italiane (tra cui Milano, Roma e Palermo) metteranno le loro piazze a disposizione per presentare la nuova vettura. Allestite con particolari scenografie, queste piazze ospiteranno spettacoli, giochi e musica a tema ma saranno anche teatro di una grande iniziativa benefica: il pubblico potrà acquistare il cd musicale “Fischia 500” o le esclusive T-shirt per sostenere il progetto di solidarietà “Un nido per Pollicino”. L’iniziativa si ripeterà anche il 7 e l’8 luglio presso tutti i concessionari Fiat durante il Porte Aperte dedicato alla Fiat 500.


Per quanto concerne le dimensioni della nuova vettura, la 500, come del resto il modello del 1957, non ha certo dimensioni importanti: è lunga 355 centimetri, larga 165, alta 149 cm e con un passo di 230 centimetri. I propulsori sono tre: il turbodiesel 1.3 16v Multijet da 75 CV e i due benzina 1.2 8v da 69 CV e 1.4 16v da 100 CV, tutti abbinati a cambi meccanici, a cinque o sei marce.


Intanto, in una intervista rilasciata al quotidiano torinese La Stampa, l’amministratore delegato di Fiat Group, Sergio Marchionne, ha paragonato il gruppo da lui guidato alla statunitense Apple: “Stiamo diventando veloci e facilitanti come la Apple”. “Apple – ha proseguito Marchionne  nell’intervista – è un insieme di valori e di cose eleganti e coerenti. Io sono un miscredente convertito. Il primo iPod me l’ha regalato De Meo (Luca De Meo, amministratore delegato di Fiat Automobiles, ndr). Un sistema facile da usare. Voglio che la Fiat diventi la Apple dell’auto. E la 500 sarà il nostro iPod”.

 

Dando uno sguardo alla Borsa, il titolo Fiat, all’interno del paniere S&P/Mib40, dopo quasi mezz’ora dalla partenza delle negoziazioni del 4 luglio e dopo avere già bucato al rialzo la barriera dei 23 euro, soglia che non veniva violata dal settembre del 2001, passa di mano a 22,96 euro, con un incremento dello 0,75%. Ieri l’azione del Lingotto di Torino a Piazza Affari aveva archiviato la sessione con un secco rialzo dell’1,70%.

 

(News aggiornata alle ore 9.30)