1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Manovra 2011: il testo diventa legge, scatta da subito l’aumento dell’Iva

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Passa la manovra finanziaria da 53,3 miliardi di euro con 316 voti a favore e 302 contrari che dovrà consentire il raggiungimento del pareggio di bilancio nel 2013.  Ecco le misure approvate all’interno  del testo ormai divenuto legge.


Iva
L’aumento dal 20 al 21% dell’aliquota sui consumi scatterà da subito e genererà un gettito nelle casse dello Stato di 12 miliardi di euro.

Pensioni
Dal 2014 scatterà l’adeguamento dell’età pensionabile per le donne che nel 2026 arriverà a 65 anni.


Contributo di solidarietà
é previsto un prelievo del 3% per chi ha un reddito superiore ai 300 milioni di euro annui e si applicherà sulla somma eccedente tale cifra. L’aliquota sarà applicata a partire da quest’anno fino al 2013 in concomitanza con il pareggio di bilancio.


Lotta evasione e redditi online
Il carcere scatterà per chi evade oltre i 3 milioni di euro ma l’imposta evasa dovrà superiore al 30% del fatturato, in caso contrario per l’evasore non ci sarà la sospensione della pena. La misura entrerà in vigore da subito. Prevista la pubblicazione delle dichiarazione dei redditi sui siti internet dei Comuni ma sotto forma di dati aggregati senza nominativi. Sotto il profilo dei controlli, l’Agenzia delle Entrate potrà controllare i conti correnti in via preventiva.


Enti Locali
A partire dal 1à gennaio 2012 saranno applicati tagli per 6 miliardi di euro agli Enti Locali. Previsto anche l’accorpamento dei piccoli Comuni.


Risparmio
Introdotta l’aliquota unica del 20% su tutte le rendite finanziarie. Rimangono esclusi dal provvedimento i titoli di Stato su cui rimane una tassa parti al 12,5 per cento.


Ires
Aumento dell’Ires per imprese concessionarie, banche e assicurazioni. La Robin Tax sarà applicata alle società operanti nel settore energetico per i prossimi tre anni e coprirà i tagli previsti per gli Enti locali.