1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Manenti: “Eurostoxx50, moderatamente positivi nel medio/lungo termine”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le parole di Jean Claude Trichet nella conferenza stampa seguita alla decisione della Bce di lasciare invariati i tassi di interesse in Eurolandia mettono in crisi i mercati azionari europei che riescono però a recuperare e ora sembrano potersi avviare con sufficiente convinzione a una chiusura in territorio positivo. L’indice più rappresentativo dei mercati del Vecchio continente, l’Eurostoxx50, a poche decine di minuti dalla chiusura sale di quasi mezzo punto percentuale a 3.840 punti circa rimanendo inserito “nel trading range che ha caratterizzato il quadro grafico degli utlimi due mesi”. E’ questa l’istantanea scattata da Davide Manenti, analista tecnico di Nuovi Investimenti sim, che per il prossimo futuro del’indice mantiene una visione moderatamente positiva: “L’Eurostoxx 50 si sta muovendo tra 3.770 e 3.990, i due estremi del suddetto trading range, e solo il superamento del suo limite superiore, corrispondente ai massimi fatti registrare intorno al 20 aprile, oppure la perdita di quota 3.770 potranno fornire un segnale rispettivamente di continuazione del trend rialzista o l’inizio di una fase correttiva più ampia verso target individuabili in area 3.550/600 corrspondente ai minimi del mese di gennaio. Al rialzo gli obiettivi andrebbero invece ricercati a quota 4.200. Complessivamente la nostra view rimane positiva nel medio/lungo termine – prosegue Manenti – e ci si potrebbero aspettare nuovi massimi nel corso dei prossimi mesi ma ovviamente, una situazione internazionale che diventi via via più delicata e un petrolio su nuovi massimi, i cui effetti si faranno sentire sui prossimi dati macroeconomici, potrebbero mettere a rischio questa visione”.