Mameli: "Risparmio zero negli Usa e' un'anomalia, ma niente allarmismi"

Inviato da Redazione il Mar, 02/08/2005 - 15:33
"La sorpresa dei dati di oggi è stata la crescita sopra le attese dei redditi, che si è verificata con prezzi fermi. Si tratta quindi di una buona notizia per i mercati". E' positivo il commento di apertura di Paolo Mameli, economista sull'area Usa per Centrosim, relativamente ai dati macroeconomici statunitensi comunicati alle 14.30 di oggi. "Non sono mancate però notizie meno buone - aggiunge Mameli - come la revisione verso l'alto del deflatore e un tasso di risparmio pari a 0". E proprio su quest'ultimo aspetto l'economista invita alla cautela: "E' un'anomalia registrata su base mensile, però c'è una tendenza pluriennale al calo del risparmio, quindi non deve creare allarmismi, anche perché nei prossimi mesi si assisterà probabilmente a una minore crescita dei consumi". Scarsi invece i prevedibili effetti sulla politica della Fed della revisione al rialzo del deflatore sui prezzi: "Per il Fomc di agosto non cambia niente, con attese per un nuovo incremento dei tassi di 25 punti base - dice ancora Mameli - ma cambia poco anche perché dal 2003 l'inflazione ha mostrato una crescita, che si è interrotta solo negli ultimi mesi".
COMMENTA LA NOTIZIA