Magistroni: "Chiusura del Fib sopra 28.500 sarebbe segnale positivo"

Inviato da Redazione il Gio, 24/06/2004 - 16:17
L'influenza delle notizie provenienti da lontano è il motivo principale del rallentamento della Borsa italiana dopo una buona partenza. Questo in sostanza il pensiero di Massimo Magistroni, di Optima Sgr: "Stamattina abbiamo avuto una buona partenza dei mercati con il Fib che si è portato su nuovi massimi. Poi per le notizie provenienti da Istanbul e, nel primo pomeriggio, per i dati macroeconomici statunitensi che hanno messo in luce un possibile rallentamento degli Usa, il mercato ha cambiato direzione e si sta indebolendo. Ora bisogna vedere se con l'aiuto di Wall Street a fine giornata riusciremo ad avere degli indici incrementati. Se il Fib riuscisse a chiudere sopra i 28.500 punti direi che ci potrebbero essere ancora dei buoni spunti al rialzo". Sul fronte dei singoli titoli Magistroni non vede spunti di particolare rilievo: "Gli indici si sono mantenuti poco mossi dall'inizio dell'anno, tuttavia nel Mib30 terrei d'occhio Autostrade che potrebbe avere ancora un certo margine di rialzo, Intesa e Capitalia tra i bancari e poi anche Eni, seppure il petrolio stia vivendo un momento di relativa calma".
COMMENTA LA NOTIZIA