1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Magiste ritocca al ribasso la propria quota in Rcs

QUOTAZIONI Rcs Mediagroup
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Magiste International di Stefano Ricucci ha ridotto la propria quota in Rcs Mediagroup al 14,988% dal 15,8% precedentemente controllato. Lo ha reso noto la Consob nei comunicati sulle partecipazioni rilevanti in società quotate precisando che l’operazione si è svolta in data 24 novembre.

Commenti dei Lettori
News Correlate
ITALIA

Rcs: Cairo, in 2017 atteso un utile netto di 45 milioni di euro

“Se quest’anno dovessimo riuscire a realizzare l’obiettivo di un Ebitda a 140 milioni, vorrebbe dire avere un utile netto di 45 milioni”. È quanto ha dichiarato Urbano Cairo, Presidente e Amministratore delegato di RCS. Cairo e l’Amministratore esecutivo Marco Pompignoli hanno rinunciato, su base volontaria, ai compensi per le cariche ricoperte nel gruppo nel 2016.

Rcs chiude 2016 in utile, prevista ulteriore crescita nel 2017. Titolo accelera (+3,6%)

Rcs Mediagroup ha chiuso l’esercizio 2016 in utile per 3,5 milioni di euro, in crescita di oltre 179 milioni rispetto al risultato netto negativo per 175,7 milioni del 2015. A contribuire al risultato sono state le forti azioni di contenimento costi, che hanno generato nel 2016 benefici per oltre 71 milioni, attraverso anche una riduzione […]

Rcs rimborserà a banche la rata da 25 milioni in scadenza a fine anno (Il Messaggero)

Rcs rispetterà i tempi e rimborserà la rata da 25 milioni di euro in scadenza a fine anno. Lo riporta Il Messaggero, precisando che si tratta della quota del debito rinegoziato lo scorso 27 maggio, prima che il gruppo editoriale venisse conquistato dall’Opas di Urbano Cairo. La rata scadrà domani, ma essendo sabato il rimborso […]

BORSA ITALIANA

Rcs Mediagroup: il gruppo editoriale contiene le perdite nei primi nove mesi del 2016

Il management di Rcs Mediagroup ha alzato il velo sui conti dei primi nove del 2016. I ricavi consolidati al 30 settembre si attestano a 709,4 milioni, in calo del 4,5% rispetto al pari periodo del 2015. Situazione ribaltata a livello di Ebitda post oneri e proventi non ricorrenti che si sostanziano in 40,4 milioni […]