Maggio d'oro per gli Emergenti, mai così bene dal 2009. Rally di Russia e India

Inviato da Titta Ferraro il Ven, 30/05/2014 - 10:40
Si consolida la risalita dei mercati emergenti. Maggio si avvia alla conclusione con un saldo ampiamente positivo trainato dal ritorno degli acquisti sulla Borsa di Mosca e dai nuovi record storici toccati dalla Borsa indiana in scia all'esito delle elezioni politiche. 

Quarto mese consecutivo di rialzi, non succedeva dal 2009
L'indice Msci Emerging Markets si avvia a chiudere il mese di maggio con un saldo positivo superiore al 4%, miglior riscontro dallo scorso ottobre e quarto mese consecutivo con segno più. Una striscia positiva che non si vedeva per i mercati emergenti dal 2009. Da inizio anno l'indice guida dei mercati emergenti segna ora un saldo positivo del 3,5% e tratta 10,8 volte gli utili attesi rispetto alle 15 volte dell'MSCI World.
Esattamente un anno fa, nel maggio 2013, gli emergenti erano state le principali vittime del cambio di rotta della Fed che preannunciando l'avvio del tapering aveva innescato una preoccupante svalutazione di molte valute emergenti.

India da record, la Borsa di Mosca rialza la testa  
Questo mese l'India ha aggiornato più volte i nuovi record storici sull'onda dell'esito delle elezioni politiche che hanno visto la netta affermazione del partito di centro destra Bjp di Narendra Modi che dovrebbe permettere al Paese di implementare le riforme volte a rilanciare la crescita economica e gli investimenti.
Tra i migliori listini di maggio anche la Russia e l'Ucraina con un balzo del 10% circa grazie allì'allentarsi delle tensioni tra Mosca e Kiev.  

Nonostante il rallentamento del ritmo di crescita, i cosiddetti Briics (Brasile, Cina, India, Indonesia, Russia e Sudafrica) dovrebbero comunque continuare a riportare tassi di espansione ragguardevoli con le ultime stime dell'Ocse che vedono un +5,3% quest'anno e del 5,7% nel 2015. Il barometro di maggio curato dalla Strategy Unit di Pictet Asset Management indica un sovrappeso sugli emergenti alla luce delle valutazioni interessanti che offrono con gli indicatori del mercato cinese che suggeriscono un rimbalzo dell'economia nel secondo trimestre dell'anno trainato da esportazioni e vendite al dettaglio.
COMMENTA LA NOTIZIA