L'M&A contagia i tecnologici, Texas Instruments acquista National Semiconductor

Inviato da Valeria Panigada il Mar, 05/04/2011 - 10:48
L'M&A mania contagia anche il settore tecnologico. L'americana Texas Instruments ha lanciato un'Opa sulla connazionale National Semiconductor per complessivi 6,5 miliardi di dollari. Il colosso statunitense pagherà 25 dollari per ogni azione ordinaria riconoscendo quindi un premio superiore al 75% rispetto alle quotazioni del titolo in Borsa. L'operazione permetterà a Texas Instrumens di espandere la sua presenza sul mercato dei chip analogici, dispositivi ampiamente utilizzati in settori che vanno dagli apparati industriali ai telefoni cellulari, e di realizzare un risparmio in termini di sinergie di 100 milioni di dollari. Non solo. Oggi la francese Capgemini ha acquistato Artesys e Avantias, due società specializzate rispettivamente nell'ideazione di soluzioni per l'infrastrutture e nell'implementazione delle soluzioni Ecm ((Entreprise Content Management), per 40 milioni di euro. La dinamicità del settore si riflette in Borsa. Lo STOXX Europe 600 Technology è tra i migliori indici settoriali del Vecchio continente, segnando un rialzo dlelo 0,40%. Tra i singoli nomi, si mette in evidenza Stmicroelectronics che mostra a Milano un progresso di quasi il 3%. Acquisti anche sulla tedesca Infineon che a Francoforte guadagna oltre 2 punti percentuali.
COMMENTA LA NOTIZIA