1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

M&A: cala al 31% il numero di imprese pronte ad acquisizioni (Ernst & Young)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Diminuisce la fiducia della grandi imprese. Lo dimostrano i numeri della sesta edizione del Capital Confidence Barometer di Ernst & Young, pubblicato oggi. Dalla ricerca, condotta su 1.500 società operanti in 40 settori e in 57 Paesi, emerge che solo il 31% degli intervistati ha intenzione di procedere a un’acquisizione nei prossimi 12 mesi. Un dato che si attestava al 41% nella scorsa edizione (ottobre 2011). Per contro, il numero di imprese che cercano di cedere attività è cresciuto dal 26% al 31%. L’atteggiamento di crescente scetticismo è ancor più marcato in Italia, dove oggi il 22% dichiara il proprio interesse per un’acquisizione entro i prossimi 12 mesi, contro il 64% di ottobre. Anche in Italia la percentuale di quanti sono disposti a cedere attività è cresciuta di 4 punti rispetto a ottobre, attestandosi al 35%. Andrea Guerzoni, Transaction Support Global Leader di Ernst & Young, ha commentato: “Nonostante vi siano stati negli ultimi mesi alcuni segnali positivi relativamente a una possibile uscita dalla crisi, anche le grandi imprese continuano a guardare alle operazioni di M&A con diffidenza a causa della permanente volatilità dei mercati, dei dubbi sulla effettiva possibilità di una rapida ripresa dell’economia mondiale e quindi sulla tenuta dei valori delle attività nel lungo periodo. Non sorprende quindi come i volumi di M&A a livello globale siano scesi del 22% nel primo trimestre del 2012 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno”.