M. Hewson: il dato sul Pil Usa potrebbe innescare un rally del dollaro

Inviato da Luca Fiore il Ven, 29/10/2010 - 12:54
In vista dei dati sulla crescita economica statunitense nel terzo trimestre, pronosticata al 2,3%, dal +1,6% precedente, il dollaro torna a salire contro euro, portando il cross a 1,3842, -0,7% rispetto al dato precedente.

Nonostante ieri "il calo dei rendimenti dei Treasury a 10 anni e le speculazioni sul nuovo round di allentamento quantitativo abbiano fatto perdere al biglietto verde i guadagni degli ultimi giorni", con il dollar index sopra quota 76,1 (77,6 in questo momento) "il rischio di un rally del greenback resta invariato". È quanto sostiene Michael Hewson, analista di CMC Markets.

Il rally del dollaro potrebbe essere innescato anche da un dato migliore delle attese in arrivo dal Pil del terzo trimestre, che secondo l'analista di CMC Markets "ridurrebbe inevitabilmente le dimensioni del pacchetto di stimoli targato Fed". Mutatis mutandis in caso di un risultato sotto le attese. Nonostante le speculazioni sull'entità del nuovo quantitative easing, che variano tra le poche centinaia di mld di dollari e 1-2 trilioni, l'entità dell'intervento "dovrebbe attestarsi intorno ai 500 mld di dollari".
COMMENTA LA NOTIZIA