1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

M. Hewson: attenzione alla possibile risalita del dollaro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’annuncio da parte della Cina di nuove misure per arginare l’afflusso di fondi derivante dalla nuova strategia espansiva della statunitense Federal Reserve, sul valutario si sta traducendo in un rafforzamento della moneta nipponica, che quota 80,570 contro dollaro e 112,51 nel cross con la moneta unica.

Il biglietto verde a sua volta perde terreno nell’eurusd, dopo aver chiuso ieri a 1,3861. Il cross tra le due valute in questo momento si attesta a 1,3963 (+0,7%). Nuovi record storici per l’oro e l’argento, con il primo a 1.420,3 ed il secondo che sale a 28,5 dollari l’oncia.

Michael Hewson, analista di CMC Markets, rileva che “i grafici del dollar index suggeriscono che il dollaro, in particolar modo contro euro, potrebbe mettere a segno nuovi rialzi”. Anche perché, continua Hewson “le vicende legate al QE degli ultimi due mesi hanno distolto l’attenzione degli operatori dalla Zona Euro, stretta tra i timori legati all’andamento delle economie periferiche e le misure di austerità”.

Oltre al dollaro anche la sterlina sta beneficiando della situazione, ai massimi da un mese contro la moneta unica. L’eurgbp in questo momento quota 0,8630. Dalla Gran Bretagna arrivati i dati macro relativi la produzione manifatturiera, salita meno delle attese a settembre (+0,1% m/m e +4,8% a/a), ed il disavanzo commerciale, sceso a 8,2 mld di sterline. Per quanto riguarda la sterlina, grande attenzione domani al report trimestrale della Bank of England sull’andamento della dinamica inflazionistica.