1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Lunedì nero a Piazza Affari, Ftse Mib chiude sotto 15.000 punti. Tonfo di banche e FonSai -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Lunedì nero per la Borsa di Milano con l’indice Ftse Mib che è scivolato sotto quota 15.000 punti, pagando soprattutto la debacle del comparto bancario. Il Consiglio Ue di venerdì scorso non ha fatto cambiare idea a Moody’s che oggi ha ribadito la sua intenzione di rivedere i rating sui Paesi dell’Eurozona nei primi mesi del 2012. “La continua assenza di misure decisive nel recente summit fa rimanere l’Unione Europea soggetta a ulteriori shock e l’area euro sotto minaccia”, ha spiegato l’agenzia di rating. Gli investitori attendono inoltre la decisione di Standard & Poor’s, pronta a lasciare cadere la sua spada di Damocle sugli Stati europei messi in credit watch la scorsa settimana. Grande tensione anche sull’obbligazionario, con lo spread Btp-Bund partito a 435 punti base, arrivato oltre 470 e poi sceso in area 450 punti. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha ceduto il 3,79% a 14.896 punti (minimi intraday), mentre il Ftse All Share è arretrato del 3,49% a quota 15.663.