1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Il lunedì nero del lavoro “made in Usa”: in un solo giorno 50mila licenziamenti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Per il mondo del lavoro è stato il lunedì più nero di un’intera generazione. Iniziata in Europa con i 6mila tagli alla Philips, un’ondata di licenziamenti si è abbattuta sulla struttura industriale americana, spazzando via in un giorno quasi 50mila posti di lavoro. Per via della recessione, del crollo della domanda e di previsioni tanto pessimistiche che il Fondo monetario ha rivisto al ribasso le sue stime di crescita, la Caterpillar ha mandato a casa 20mila dipendenti, il 18% del totale. Sempre il gigante farmaceutico Pfizer ha ridotto l’occupazione di 8.300 posti, la Corus di 3.500, la Sprint Nextel di 8.000, la General Motors di 2.000 concentrati nel Michigan e nel Ohio, e Home Depot, il colosso del fai-da-te, di altri 7.500.