1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Lunedi’ incolore per Piazza Affari, domina la scena Bnl

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta incolore per i listini del Vecchio Continente. Con pochi volumi pochi e anche poche idee, nonostante il calo del petrolio a 57,05 dollari a barile. Piazza Affari si è fatta contagiare dal malumore di Wall Street e ha limato i guadagni nel corso del pomeriggio. Il Mibtel ha comunque tagliato il traguardo in crescita dello 0,07% a quota 25.399 punti, mentre l’S&P/ Mib ha segnato un rialzo dello 0,18% a quota 33.228 punti.
Gli spunti positivi nella city milanese non sono mancati: a dominare la scesa Bnl e Fiat. Il titolo dell’istituto della capitale è salito dell’1,28% a 2,2375 euro. Dopo una ridda di indiscrezioni Giovanni Consorte, timoniere della compagnia assicurativa, nel primo pomeriggio ha annunciato l’attesissima Opa su Bnl a 2,70 euro per azione. Un’operazione che non è certo un pugno di noccioline: Unipol sborserà infatti 4,93 miliardi di euro se riuscirà a mettere le mani sull’ambito 59% di Bnl. Anche se sono in molti a ritenere che la partita Bnl sia destinata a riservare ancora nuove sorprese. Cambiando comparto, anche oggi ha guadagnato terreno Fiat. Il titolo del Lingotto è salito dell’1,10%, a quota 6,50 euro. Dal 7 luglio scorso, giorno dell’incontro durante il quale Marchionne aveva illustrato lo stato di salute di Fiat ad alcuni gestori di fondi, l’azione ha letteralmente inserito la quarta, guadagnando ben il 10,31%. Sul versante opposto cali vistosi hanno accompagnato la seduta di Fastweb che ha chiuso in ribasso dell’1,15% a 34,42 euro e Autostrade (-2,15%) a 20,90 euro.