1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Lunedì difficile per ST, Csfb vede segnali di fumo all’orizzonte

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

E’ un lunedì difficile per ST Microelectronics. Il titolo della società guidata da Pasquale Pistorio annaspa sull’S&P/ Mib, lasciando sul campo l’1,48% a quota a 14,18 euro. La semestrale presentata settimana scorsa da AMD ha fatto storia. Il colosso dei chip americano ha salutato il terzo trimestre 2004 con un fatturato in crescita del 30% su base annua pari a 1,24 miliardi di dollari contro stime del mercato che puntavano a 1,3 miliardi di dollari. “Ma Amd si è salvata in corner: la società Usa ha rivisto qualche giorno fa i numeri che avrebbe presentato e così i risultati conseguiti si sono attestati in linea con le sue previsioni”, sostiene un trader. Parole che hanno il sapore di essere un monito per ST? Sicuramente sì, almeno per gli analisti del Credit Suisse. Gli esperti in una nota odierna hanno, infatti, messo mano alle stime di utile per azione 2004 e 2005 passate di ST riviste rispettivamente del 4% e dell’11%. “Abbiamo tagliato le stime di utile per azione 2004 da 0,70 dollari a 0,67 dollari e le stime di Eps 2005 da 1,12 dollari a 1 dollaro”, sostiene J. Danjou, analista della prestigiosa casa d’affari in una nota odierna. “L’espansione dei margini prevista per il 2005 dalla società di Pistorio rimane per certi versi un atto di fede. Nonostante la revisione, le nostre nuove stime 2005 danno ancora credito alle previsioni della società che vede un miglioramento nella produttività e nel mix”, aggiunge l’esperto. Confermato rating neutral con target price a 16 dollari su ST.