Lottomatica, sotto i 13,96 euro c'è il gap up di inizio marzo da chiudere

Inviato da Riccardo Designori il Lun, 02/04/2012 - 16:08
In una giornata in cui sono le vendite a prevalere a Piazza Affari, Lottomatica non si salva e a sua volta lascia sul terreno oltre un punto percentuale. Per ora le azioni della società non hanno ancora generato un chiaro segnale di vendita, tuttavia il titolo va monitorato con particolare cura in quanto si sta avvicinando sempre più significativamente agli strategici supporti statici posti a 13,96 euro. Il livello in questione è stato lasciato in eredità dei minimi intraday del 15 e del 19 marzo e da allora le azioni non sono più scese sotto tale soglia. A far pensare che il titolo nel breve termine possa intraprendere una fase correttiva vi è la constatazione che le azioni dopo aver provato a bypassare le resistenze statiche di area 14,45 euro hanno iniziato la discesa. A nulla sono valsi i numerosi tentativi d'attacco alle resistenze messi a segno a cavallo tra il 20 e il 27 marzo. In alcune occasione i valori di fine seduta sono anche stati superiori a quelli dello scorso 27 ottobre, senza tuttavia che gli investitori decidessero di far proseguire il trend rialzista in atto dai minimi del 25 novembre. A capitolare anzi negli ultimi giorni sono stati i supporti statici di brevissimo posti a 14,16 euro. Elementi di debolezza sono emersi anche con l'incrocio dall'alto verso il basso della media mobile di breve ora passante a 14,1314 euro. Non va infine dimenticato che il titolo con la progressione del 9 marzo ha lasciato aperto tra la chiusura dell'8 e l'apertura del 9 un gap rialzista. Nel trading in genere prima di continuare il trend in atto, gli investitori preferiscono chiudere il buco lasciato aperto. Partendo da queste basi, eventuali ingressi in vendita a 14,10 euro, ingresso che di fatto anticiperebbe il segnale di vendita dato dal cedimento dei 13,96 euro, potrebbero essere sfruttati per implementare una strategia short di breve. Con stop posto a 14,65 euro, il primo target sarebbe a 13,78 euro mentre il secondo a 13,38 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA