1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Londra sotto assedio, Piazza Affari in rosso

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giovedì 7 luglio purtroppo resterà nella storia come una giornata drammatica per il mondo intero. Londra è stata infatti colpita da una serie di attentati terroristici. Si parla di quattro esplosioni: tre in metropolitana, a cominciare dalla stazione di Liverpoll Street, e una su un autobus, forse a opera di un kamikaze. Non è ancora chiaro a quanto ammontino le vittime e i feriti. La preoccupazione che si è respirata nell’aria non poteva non ripercuotersi anche sui mercati azionari, che hanno fatto registrare forti perdite, soprattutto in mattinata. I mercati finanziari hanno infatti inizialmente reagito alle notizie che arrivavano a raffica da Londra in maniera molto “emotiva”, scendendo repentinamente, per poi parzialmente tranquillizzarsi soltanto nel pomeriggio, anche grazie alla partenza non troppo in rosso di Wall Street. A Milano il Mibtel ha fatto registrare una flessione dell’1,55% a 24.631 punti, mentre l’S&P/Mib è sceso dell’1,67% a 32.185 punti. Le blue chip peggiori, in un paniere completamente vestito di rosso, sono state Seat Pagine Gialle, Bulgari e Bnl, tutte e tre con flessioni nell’ordine del 3%. Per quanto concerne la banca di Via Veneto si è conclusa una giornata importante perché si è riunito il contropatto degli immobiliaristi, che dovrebbero decidere se cedere o meno il 27% di Bnl a Unipol.