1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Listini europei tonici, petrolio Usa torna sopra i 49 dollari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuova seduta di recuperi per i maggiori listini di Eurolandia. La performance migliore è stata registrata a Londra dove il Ftse100 ha segnato un +3,58% fermandosi a 6.360,06 punti. A poca distanza l’Ibex (+3,45% a 8.105,3) mentre Cac40 e Dax sono rispettivamente saliti del 2,6 e dell’1,75 per cento a 4.195,32 e 9,612,27.

Acquisti sul comparto bancario d’Oltremanica (+2,07% di Barclays, +1,65% di Rbs e +1,03% per Hsbc) nonostante Moody’s abbia ridotto l’outlook su 12 dei maggiori istituti britannici. Causa l’attacco all’aeroporto Ataturk di Istanbul, vendite su Tui (-2,9%) e IAG (-1,62%).

A giugno la lettura preliminare dell’inflazione tedesca si è attestata, in linea con le stime, al +0,1% mensile. Per quanto riguarda gli Stati Uniti, sono arrivati gli aggiornamenti su spese (+0,4% m/m) e redditi (+0,2%) dei consumatori mentre l’indice che misura le vendite di case in corso (pending home sales) ha registrato un rosso del 3,7% mensile.

Il future con consegna agosto sul WTI, il petrolio di riferimento negli Stati Uniti, segna un rialzo del 2,51% a 49,05 dollari il barile in scia della pubblicazione dei dati sugli stock statunitensi, scesi nell’ultima settimana di 4,1 milioni di barili (consenso -2,3 milioni).