1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Listini europei in rosso, pesa debolezza Wall Street. Domani in agenda la riunione della Bce

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Chiusura in ribasso per i listini europei. Dopo un avvio sottotono i mercati del Vecchio continente hanno ampliato le perdite dopo la debole apertura di Wall Street. Negli Stati Uniti nel pomeriggio sono giunte le prime indicazioni sul mercato del lavoro di settembre, in attesa dei dati che verranno comunicati venerdì (nuovi occupati settore non agricolo e tasso di disoccupazione). Il sondaggio Adp ha registrato a settembre la creazione di 213 mila nuovi posti di lavoro nel settore privato, in aumento rispetto ai 204 mila del mese precedente (stime Bloomberg a +205 mila). Di fronte a questo dato è tornata ad accendersi la questione legata alla tempistica della prima stretta sui tassi da parte della Fed, che secondo alcuni esperti potrebbe arrivare già nella prima metà del 2015.
In mattinata in Europa è arrivato anche il deludente dato sulla manifattura europea nel mese di settembre: l’indice Pmi manifatturiero generale dell’eurozona ha segnato una contrazione attestandosi a 50,3 punti dai 50,5 punti della lettura flash.
Il tutto mentre si attende la riunione del consiglio direttivo della Banca centrale europea (Bce), prevista domani a Napoli. Molto attese, come sempre, le dichiarazioni del governatore Mario Draghi dopo i recenti dati sull’inflazione. Draghi potrebbe inoltre fornire maggiori dettagli sul piano di acquisto di Abs.
In Europa la giornata si conclude sotto le vendite: il Cac40 ha ceduto l’1,15% a 4.365,27, mentre il Dax di Francoforte ha perso lo 0,97% a 9.382,03 punti. Freccia rossa anche per la Borsa di Londra con il Ftse 100 che è indietreggiato dello 0,98% a 6.557,52.