1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Linificio: si chiude in rosso il primo trimestre del 2006

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

E’ variato di poco il fatturato consolidato del Linificio e Canapificio Nazionale nel primo trimestre del 2006 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno: +0,8% a 17,6 milioni di euro con un risultato operativo in calo del 95,2% a 70.000 euro dagli 1,5 milioni dei primi tre mesi del 2005. La perdita di periodo si è attestata a 175.000 euro contro un utile di 6,8 milioni nel corrispondente periodo del precedente esercizio, quando positiva era stata l’influenza (6,1 mln) delle cessioni immobiliari. Il risultato, negativo, è stato anche condizionato da ritardi nell’andata a regime dell’ampliamento della produzione della controllata lituana Lietlinen e dagli oneri della messa in liquidazione della controllata Licana. Inoltre, si legge nel comunicato reso noto dall’azienda: “l’aggressività degli operatori cinesi, che non hanno rispettato le quote all’import in U.E., ha avuto effetti distorsivi sui prezzi dei prodotti linieri, difficoltà accentuate dalle svendite di filati dei tre filatori europei che nel corso del 2005 hanno terminato definitivamente la produzione. Il inificio è diventato così punto di riferimento della clientela qualificata europea”. La posizione finanziaria netta al 31 marzo 2006 è positiva a quota 9 milioni di euro dai 6,3 di fine 2005. Con riferimento all’esercizio in corso: “Il buon andamento degli ordini primavera-estate 2007, l’uscita dal mercato di importanti
concorrenti europei, il permanere e l’atteso rispetto delle quote all’import in U.E. lasciano prevedere che il Gruppo Linificio, che prosegue nell’opera di razionalizzazione organizzativa e nell’ottimizzazione dei siti produttivi, possa conseguire risultati positivi”.