Linea dura del giudice su Fiorani&Co

Inviato da Redazione il Mer, 03/08/2005 - 08:55
L'amministratore delegato di Banca Popolare Italiana (ex Lodi), Giampiero Fiorani, è stato sospeso per due mesi dall'incarico di amministratore delegato dell'istituto. Lo ha deciso il gip di Milano Clementina Forleo nel provvedimento con cui ha convalidato il sequestro disposto dalla Procura del 40% di azioni AntonVeneta e delle plusvalenze dei concertisti. Il giudice, motivando il provvedimento, parla di pirateria e spregiudicatezza. Stessa decisione nei confronti dell'immobiliarista Stefano Ricucci, del finanziere Emilio Gnutti e del direttore finanziario, Gianfranco Boni. Intanto si apprendono nuovi particolari sulle intercettazioni delle telefonate tra Fiorani e casa Fazio, nelle quali il banchiere afferma di voler passare all'attacco della Consob: mettiamogli una gran paura.
COMMENTA LA NOTIZIA