1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Lettera su Seat e Tim, bene Ras

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tra le blue chip maggiormente penalizzate dalle vendite si è distinta Seat Pagine Gialle. Secondo l’analista di una nota sim milanese le cause della debolezza del titolo sarebbero principalmente due: la revisione al ribasso da +7-8% a +1% delle stime di Ebitda 2004 effettuata in occasione della presentazione della semestrale, ma soprattutto il timore che possano essere tagliati anche i target di crescita per il triennio. Deboli anche ST Microelectronics, che ha scontato le prese di profitto sul settore dei semiconduttori a livello internazionale, e la controllante Finmeccanica. La lettera si è concentrata su Banca Fideuram. Secondo un operatore di una sim milanese il titolo ha sofferto ancora sul dubbio che alcuni importanti promotori possano seguire l’ex a.d., Ugo Ruffolo, in qualche nuova avventura. Rosso intenso per Tim, nel giorno in cui è giunto un nuovo giudizio negativo, dopo quello degli analisti di Citigroup, che hanno consigliato la vendita del titolo (“sell”). E’ stata infatti la volta di Goldman Sachs, che hanno abbassato il rating sulla società di telefonia mobile da “in line” a “underperform”. Dall’altra parte della barricata, Ras si è messa in luce per i guadagni totalizzati, festeggiando la revisione al rialzo del prezzo obiettivo effettuata dagli analisti di Commerzbank. Il nuovo target è stato individuato a quota 16,4 euro. Bene anche la banca Bpu e il titolo energetico Snam Rete Gas. Il mercato sembra avere apprezzato i risultati semestrali annunciati dalla società del gruppo Eni, che ha messo a segno un utile netto pari a 273 milioni di euro, in crescita rispetto ai 259 dei primi sei mesi del 2003. Autostrade ha chiuso la giornata con segno positivo, portandosi ai nuovi massimi storici. Infine, nel Midex Alitalia ha aggiornato il record dell’anno. La firma dell’accordo tra piloti e azienda ha messo nuovamente le ali al titolo.