1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

La lettera si scaglia sulle Borse europee

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giornata di passione per le Borse europee, che, come accade ormai spesso negli ultimi tempi, hanno dovuto fare i conti con la nuova impennata delle quotazioni del greggio, che sui mercati delle materie prime hanno raggiunto i nuovi massimi storici. A New York, nel pomeriggio, l’oro nero si è portato a ridosso dei 50 dollari al barile. Come prevedibile, quindi, all’interno del DJ EuroStoxx50 hanno difeso con i denti il segno positivo praticamente soltanto i titoli del settore petrolifero. In particolare, la migliore dell’indice è stata l’italiana Eni, ma hanno fatto bene anche Total e Royal Dutch. Tra le peggiori ha invece spiccato Alcatel, che non è stata in grado di beneficiare della revisione al rialzo del target price a 11 euro effettuata da Ubs. Il Cac40 ha ceduto lo 0,45% a 3.656,93 punti, il Dax ha fatto registrare un calo dello 0,92% a 3.874,37 punti e il Ftse è sceso dello 0,81% a 4.541,2 punti.