1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Letta incontra Obama dopo il default evitato. Il premier: anche io ho problemi a casa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Enrico Letta è a Washington per incontrare il presidente Barack Obama, reduce dalla battaglia al Congresso che si è conclusa con l’accordo per l’innalzamento del tetto del debito. Accordo che, seppur temporaneamente, ha evitato uno schok sia sociale (pagamenti di pensioni e dipendenti pubblici) sia finanziario (pagamento degli interessi sui titoli pubblici). Oltre all’innalzamento del debito, è stata anche trovata l’intesa per far cessare lo “shutdown” che da circa due settimane paralizzava alcune attività federali.

Letta è sbarcato ieri sera a Washington e, intervistato dall’emittente pubblica Pbs, il premier italiano ha dichiarato che lo stallo degli scorsi giorni sul debito Usa è complesso ma “posso capirlo perché anche io ho i miei problemi a casa”. Parlando invece della situazione italiana, il premier ha ribadito che dopo la fiducia e l’approvazione della legge di Stabilità l’Italia è fuori dall’emergenza. Secondo legge questa sarà la prima Finanziaria con deficit, spesa pubblica e pressione fiscale in calo.

L’incontro di oggi tra i due leader sarà probabilmente incentrato sull’accordo di libero scambio tra gli Stati Uniti e l’Europa. Secondo alcuni dati, grazie a questo accordo le esportazioni italiane Oltreoceano potrebbero aumentare di 5,6 miliardi di euro con la creazione di circa 30 mila nuovi posti di lavoro in tre anni. Secondo l’Istituto per il Commercio Estero (Ice) i due settori in Italia che trarranno i maggiori benefici dall’accordo sono il tessile e l’agroalimentare.

Lo scorso anno l’interscambio commerciale tra Italia e Stati Uniti si è attestato a 39,3 miliardi di euro. Le esportazioni verso gli States sono state pari a 26,6 miliardi di euro, mentre a livello di importazioni il valore si è attestato a 12,6 miliardi.

Commenti dei Lettori
News Correlate
CALCIO

Juventus: acquisizione definitiva del calciatore Juan Cuadrado

La Juventus, che ieri si è laureata Campione d’Italia per il sesto anno consecutivo, ha emesso una nota per annunciare che “a seguito del verificarsi delle prestabilite condizioni contrattuali”, è scattato l’obbligo di acquisto a titolo definitivo da…

COLLOCAMENTO AZIONI

Emak: Yama avvia un collocamento sul 10% del capitale

Yama Spa, azionista di maggioranza di Emak con il 75,185% del capitale, ha avviato la cessione di massime 16,4 milioni di azioni, corrispondenti a circa il 10% del totale. Il collocamento verrà realizzato attraverso una procedura di accelerated book …

AIM

Safe Bag: titolo in asta di volatilità dopo massimo storico

Asta di volatilità per il titolo Safe Bag che, in rialzo del 15,77% a 3,46 euro, oggi ha fatto segnare un nuovo massimo storico a 3,466 euro.

La società, quotata sul listino AIM Italia, ha annunciato di aver vinto la gara presso l’aeroporto inte…

Euribor: tre mesi fissato a -0,329%

Il tasso Euribor a tre mesi è stato fissato questa mattina a -0,329%, in rialzo rispetto al fixing di venerdì 19 maggio che era pari a -0,331 per cento. …

Spread Btp-Bund a 173 punti base, rendimento al 2,12%

Lo spread tra il Btp a dieci anni e il Bund tedesco si attesta a 173 punti base. Il rendimento del bond decennale italiano sul mercato secondario è pari al 2,12%, mentre il tasso del Bund con pari scadenza viaggia in area 0,39 per cento.