Lehman Brothers fa i conti in tasca ad Autostrade

Inviato da Redazione il Lun, 06/09/2004 - 13:30
Sarà il 10 settembre il giorno in cui Autostrade rilascerà i dati di bilancio. E Lehman Brothers gioca d'anticipo. Ma nel bene e nel male Autostrade non ha nulla da temere. Il motivo? "Non ci aspettiamo che i risultati della società avranno un impatto sul prezzo del titolo, che rimarrà guidato dalle novità sul programma di implementazione del capex", spiega in una nota odierna Susanna Invernizzi, analista della casa d'affari. Dunque target price confermato ad overweight(il titolo si muoverà meglio del mercato) con target price individuato a 18,5 euro su Autostrade. Entrando nel merito Susanna Invernizzi spiega di "esser dell'idea che la crescita del traffico stimata intorno al 12%, il contributo delle sussidiarie austriache e le economie di scala avranno un impatto positivo sui numeri 2004 e riusciranno a controbilanciare l'impatto del congelamento delle tariffe". Qualche numero? Secondo i calcoli di Lehman l'Ebitda è visto in rialzo dell'11,7% a 838,3 milioni di euro, l'Ebit in calo del 13,6% a 459,5 milioni di euro contro i 541,8 milioni dell'anno precedente, l'utile netto in ribasso a 119,2 milioni di euro contro i 293 milioni targati primo semestre 2003. Numeri in chiaroscuro, forse? "Ma noi crediamo che il prezzo attuale del titolo in Borsa non tenga conto pienamente del beneficio della recente approvazione delle tariffe, che riflette pienamente il nostro target price a 18,5 euro", conclude l'esperta della casa d'affari. "Dunque Autostrade potrà sovraperformare il mercato perché stimiamo che negli anni a venire aumenterà la sua capacità di generare cassa".
COMMENTA LA NOTIZIA