1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Legg Mason mette le mani sulla britannica Martin Currie

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Legg Mason ha annunciato l’acquisizione di Martin Currie, società internazionale specializzata nella gestione azionaria attiva, con sede nel Regno Unito e uffici ubicati a livello Mondiale in sei città diverse. Martin Currie vanta masse in gestione per un valore di 9,8 miliardi di dollari statunitensi. Incorporando i fondi di Martin Currie,  Legg Mason espande le proprie competenze sulle strategie azionarie attive tra cui Global Equity, Global Emerging Markets, Asian Equity, European Equity e le strategie specificamente focalizzate sul Giappone e sulla Cina. 
L’operazione, che è previsto si concluda entro il quarto trimestre 2014, dovrebbe avere un impatto leggermente accrescitivo sull’utile di Legg Mason nel corso del primo anno dall’acquisizione. Non sono stati resi noti i termini della transazione.

Martin Carrie diventerà una delle principali società indipendenti affiliate di Legg Mason, insieme a Brandywine Global, ClearBridge Investments, The Permal Group, QS Investors, Royce & Associates e Western Asset Management. Nell’ambito di questa transazione, Legg Mason Australian Equities, con masse gestite pari a 2,5 mld di dollari e un team costituito da 14 persone diretto da Reece Birtles, diventerà parte di Martin Carrie, coerentemente con la strategia di Legg Mason che prevede per la gestione degli investimenti un numero ristretto di affiliate di grandi dimensioni. “Le competenze internazionali di Martin Currie nella gestione azionaria attiva integrano la nostra gamma di prodotti e sono perfettamente complementari a quelle già esistenti in Legg Mason”, ha dichiarato Joe Sullivan, presidente e ceo di Legg Mason.