Le quotazioni del greggio ed i conti societari spingono al rialzo il comparto oil

Inviato da Luca Fiore il Mar, 02/11/2010 - 19:16
In un contesto di rialzi generalizzati, lo Stoxx europero dei titoli legati al comparto oil oggi ha fatto meglio di tutti portandosi a casa l'1,45%. Le quotazioni del greggio hanno registrato un rialzo di 1 dollaro in quota 84 dollari al barile, sostenute dal prossimo piano di allentamento quantitativo della Fed e dall'avanzata dell'economia cinese, che continua a godere di ottima salute. Ma l'andamento delle materie prime non è sufficiente a spiegare l'andamento del comparto, che oggi ha beneficiato anche dei risultati trimestrali di due big del comparto del calibro di BP e BG Group.

A Londra BP si è portata a casa il 2%.Il colosso petrolifero ha riportato nel terzo trimestre un utile netto di 1,79 miliardi di dollari, in flessione del 67% rispetto ai 5,3 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno. Il risultato è stato pesantemente condizionato dai 7,7 miliardi di accantonamenti per la catastrofe naturale del Golfo del Messico

Il gruppo britannico è tornato in utile dopo il rosso di 17 miliardi del secondo trimestre, dove aveva accantonato 32,2 miliardi di dollari per far fronte alle spese causate dalla fuoriuscita di petrolio nel Golfo del Messico. Escludendo le poste straordinarie, nel terzo trimestre i profitti si sarebbero attestati a 5,5 miliardi, in miglioramento di 18 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

BG Group nel terzo trimestre ha invece registrato una crescita dei profitti del 7% a 849 milioni di dollari, dai 796 milioni di un anno fa. +21,9% per le vendite che si sono attestate a 4,41 miliardi di dollari. In live calo invece (-0,4%) la produzione di greggio e di gas. Il titolo a Londra ha terminato in rialzo del 5,17%.
COMMENTA LA NOTIZIA