Le prese di beneficio frenano le borse europee

Inviato da Redazione il Mer, 10/01/2007 - 17:51
Si chiudono tutti con il segno rosso i principali listini europei trascinati al ribasso dal calo dei petroliferi e degli energetici. A favorire le vendite sul comparto la nuova flessione del prezzo del petrolio con il brent sotto i 54 dollari al barile. Debole anche il settore delle telecomunicazioni e bancario dopo la corsa registrata nelle scorse sedute. A Parigi l'indice Cac40 registra una flessione dello 0,56%,a Francoforte il Dax segna un calo dello 0,72% mentre a Londra il Ftse ha terminato gli scambi con -0,32%. Sul listino tedesco si salvano dalle vendite solo Commerzbank (+2%) grazie alla promozione da parte di numerose banche d'affari e Bayer (+1,5%) che nei giorni scorsi ha incontrato la comunità finanziaria. A Parigi le vendite si sono concentrate su Gaz de France (-2,5%) sulle voci una possibile fusione con Suez per evitare scalate ostili. A Londra debole soprattutto Cable & Wireless (-2,6%) sulla scia del comparto a livello continentale mentre British Amer. Tobacco svetta sul listini britannico con un apprezzamento del +2,19%.
COMMENTA LA NOTIZIA