Le Piazze europee chiudono negative, indicazioni contrastanti dagli Stati Uniti

Inviato da Luca Fiore il Mer, 19/01/2011 - 17:59
Dopo una partenza in scia dei massimi da 28 mesi toccati ieri e delle indicazioni positive arrivate dai conti di Apple e IBM, i listini europei hanno perso terreno nel corso della seduta. Il rallentamento nella seconda parte è attribuibile all'avvicinarsi di importanti resistenze tecniche ed alle notizie in arrivo dagli Stati Uniti, dove l'indice relativo i nuovi cantieri a 529 mila ha fatto peggio delle stime ed i numeri trimestrali di big del calibro di Goldman Sachs e Wells Fargo non hanno convinto il mercato. Il Dax ha terminato la seduta in calo dello 0,85% portandosi a 7.082,8 punti, -0,9% del Cac40 a 3976,7, -1,32% a 5.976,7 a Londra per il Ftse100 mentre a Madrid l'Ibex contiene le perdite registrando un -0,25% a 10.556,5.
COMMENTA LA NOTIZIA