Le piazze europee chiudono deboli, Ibex in controtendenza

Inviato da Luca Fiore il Gio, 13/12/2012 - 17:53
Nonostante il via libera alla vigilanza bancaria unica, lo sblocco della tranche di aiuti alla Grecia e i risultati positivi delle aste in Italia e Spagna, i listini europei chiudono la seduta contrastati. Il tedesco Dax ha lasciato sul parterre lo 0,43% portandosi a 7.581,98 punti, il Ftse100 ha perso lo 0,27% a 5.929,61 e il Cac40 è sceso dello 0,1% a 3.643,13 punti. In controtendenza l'Ibex, cresciuto dello 0,38% a 8.017,1.

"La nostra sensazione -ha rilevato Filippo A. Diodovich, Market Strategist di IG- è che le piazze risentano delle prese di profitto degli investitori dopo il forte movimento rialzista evidenziato dai bottom di novembre". "La nostra view sui mercati -continua l'esperto- rimane rialzista anche nei prossimi giorni sulla scia dell'allentamento delle turbolenze legate alla crisi debitoria".
COMMENTA LA NOTIZIA