Le indicazioni di Schroders dopo la rielezione di Bush

Inviato da Redazione il Gio, 04/11/2004 - 15:09
Dagli analisti di Schroders arrivano due indicazioni sugli effetti della rielezione di George Bush. Da un lato si ripetono le buone prospettive per il settore farmaceutico e dell'healthcare, dall'altro si guarda ai riflessi sulle prossime scelte di politica economica in particolare con riferimento a chi siederà sulla poltrona della Federal Reserve dal gennaio 2006. Sul primo punto, da Schroders si dicono convinti che l'amministrazione Bush possa riuscire a porre limitazioni ai livelli massimi dei danni che i cittadini potranno richiedere alle società farmaceutiche e agli istituti di cura, fermandoli a 250mila dollari. Con riferimento alla Fed, da Schroders vedono in Martin Feldstein, professore di economia a Harvard, il probabile candidato alla poltrona attualmente di Alan Greenspan. Feldstein viene infatti ritenuto un candidato meno attento all'ortodossia e più propenso a sostenere una crescita dell'economia politician-friendly.
COMMENTA LA NOTIZIA