Le borse Usa in parità, Apple tocca nuovi record storici

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 28/08/2012 - 08:57
Chiusura in sostanziale parità per gli indici a Wall Street. Seduta altalenante per i listini statunitensi, condizionati dall'attesa per le mosse di politica monetaria che potrebbero essere annunciate dal n.1 della Fed Ben Bernanke. In agenda macro troviamo gli indici relativi l'andamento del manifatturiero preparati dalle Fed di Dallas e Chicago, saliti a rispettivamente a -1,6 ed a 95,6 punti. Il Dow ha chiuso la prima seduta dell'ottava con un rosso di un quarto di punto percentuale a 13.124,67 punti, parità (-0,05%) per lo S&P a 1.410,44 e +0,11% del Nasdaq a 3.073,19.

A livello di singole performance +1,88% per Apple, che nel corso della seduta ha toccato un nuovo record in quota 680,87 dollari. Secondo quanto stabilito da una corte statunitense, la coreana Samsung dovrà corrispondere alla casa della mela morsicata circa un miliardo di dollari a causa della violazione di quattro brevetti. La notizia ha favorito anche Research In Motion (+1,87%), Nokia (+5,52%) e Microsoft (+0,43%). -1,39% invece per Google, il cui sistema operativo Android potrebbe essere trascinato in tribunale. Tra le altre storie del giorno, +7,2% per Tiffany che nonostante i conti sotto le attese ed il taglio della guidance sull'intero esercizio ha capitalizzato l'ottimismo del management sul recente andamento dei conti. Acquisti anche su Best Buy (+3,24%) che ha raggiunto un accordo con il fondatore Richard Schulze, a cui sarà permesso di condurre una "due diligence" e di formare un consorzio con società di private equity in vista della presentazione di un'offerta formale.
COMMENTA LA NOTIZIA