1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Le borse Usa chiudono ai massimi di seduta

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Wall Street snobba il terremoto e chiude ai massimi di seduta. Seduta in crescendo per gli indici statunitensi, la cui intonazione positiva non è stata intaccata dal terremoto di magnitudo 5,8 gradi Richter che ha colpito la zona di Washington. L’epicentro è stato localizzato in Virginia, a soli 100 metri di profondità. Il Dow Jones ha così terminato in rialzo di 3 punti percentuali (+2,97%) a 11.176,76 punti, +3,43% per lo S&P a 1.162,35 e +4,29% del Nasdaq che si porta a 2.446,06. I dati macro arrivati in giornata hanno ribadito il momento difficile attraversato dall’economia a stelle e strisce. Ad agosto l’indice manifatturiero Richmond Fed si è attestato a -10 punti, contro i -5 punti pronosticati alla vigilia dagli analisti mentre il mese scorso le vendite di nuove case sono scese a 298 mila unità.

Tra i titoli finanziari -1,87% di Bank of America, che secondo alcuni commentatori necessiterebbe di nuove iniezioni di capitale. Per il comparto bancario buone notizie sono invece arrivate dalla Federal Deposit Insurance Corporation. L’organismo Usa di assicurazione dei depositi in un report ha rilevato che nel secondo trimestre 2011, per la prima volta dal 2006, è diminuito il numero di banche in difficoltà. La Fdic ha inoltre evidenziato come dopo 3 anni siano cresciuti i prestiti concessi dagli istituti Usa. Tra le altre storie del giorno, -3,99% di PulteGroup bocciata a “junk” da Fitch e +10,8% per Nvidia, su cui Wells Fargo ha alzato la valutazione a “outperform”. Segno più anche per Delta Airlines e Boeing (+0,55% e +4,09%). Secondo indiscrezioni raccolte da Bloomberg News la compagnia aerea starebbe per ordinare 100 Boeing 737, un’operazione da 8,6 miliardi di dollari. Per quanto riguarda le società che hanno presentato i conti, -1,15% di Heinz e -1,95% di Williams-Sonoma. +3,09% infine per Microsoft in scia dell’accordo di partnership siglato con la cinese China Standard Software per lo sviluppo del cloud-computing nel Celeste Impero.