1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Le Borse Ue tentano il recupero, Madrid ancora in rosso. Spread in tensione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le ombre spagnole spaventano gli investitori ma le Borse europee tentano il rimbalzo, cercando una fonte di ottimismo a Oriente dove la Cina starebbe per annunciare nuove misure di stimolo alla domanda. Sull’Eurozona, invece, restano alte le preoccupazioni sulle sorti del sistema bancario spagnolo e, in particolare, su Bankia. Il premier Rajoy ha dichiarato che Madrid non ha chiesto nessun aiuto esterno per i suoi istituti di credito, ammettendo però che non è stata ancora presa alcuna decisione su come finanziare il salvataggio del quarto gruppo bancario del Paese. Rajoy, per la seconda volta nel giro di poche settimane, ha poi paventato il rischio per la Spagna di vedersi sbarrato l’accesso ai mercati per finanziarsi.

Il risultato sui mercati è evidente: la Borsa di Madrid viaggia sui minimi da nove anni, mentre lo spread tra il Bonos a dieci anni e il Bund tedesco è schizzato sopra quota 500 punti base. Il decennale spagnolo rende circa il 6,5% non lontano dalla soglia del non ritorno, ovvero il 7%. Anche il differenziale tra il Btp e il Bund ieri è salito rispetto alle chiusure precedenti e questa mattina si attesta in area 435 punti base.

Le principali Borse del Vecchio Continente provano per l’ennesima volta a lasciarsi alle spalle le tante preoccupazioni che aleggiano sulla zona euro: a Francoforte il Dax guadagna lo 0,80%, a Parigi il Cac 40 avanza dello 0,70%, a Londra l’Ibex 35 mostra un progresso dello 0,50%. In controtendenza Madrid dove l’Ibex lascia sul parterre lo 0,80%. A Piazza Affari, dove ieri gli scambi erano ridotti a causa della festività di Wall Street, l’indice Ftse Mib guadagna lo 0,55% a 13.120 punti, mentre il Ftse All Share avanza dello 0,50% a quota 14.090.