1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Le Borse europee conservano i rialzi in attesa di un’apertura positiva a Wall Street

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Prosegue al rialzo il cammino delle borse europee nell’ultima seduta di un’ottava iniziata con il crollo dei mercati e caratterizzata da una volatilità molto elevata. Ai guadagni delle principali piazze finanziarie del Vecchio continente si è aggiunto anche il positivo andamento dei future di Wall Street che precedono un’apertura di tono rialzista per la borsa statunitense.


La seduta, priva di dati macroeconomici statunitensi ma che vedrà Caterpillar comunicare i risultati relativi al quarto tirmestre 2007, beneficia dell’accordo trovato ieri tra l’amministrazione Bush e il Congresso americano sugli interventi di stimolo fiscale volti a sostenere l’economia. “I temporanei, efficaci e robusti incentivi” come sono stati definiti dallo stesso presidente degli Stati Uniti, avranno un valore complessivo intorno ai 150 miliardi di dollari e dovrebbero prevedere la restituzione di imposte per cifre comprese tra 600 e 1.200 dollari a poco meno di 120 milioni di famiglie americane. Sull’efficacia del piano e sulla possibilità di risollevare l’economia a stelle e strisce diretta verso uno stato di recessione, hanno tuttavia sollevato dubbi diversi economisti. Sembrano crederci invece i mercati, la cui salita è però legata in gran parte all’attesa di un altro tipo di intervento “esterno”, ossia il taglio dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve. Dopo l’abbassamento dei Fed funds dello 0,75% operato in riunione straordinaria dal Comitato di politica monetaria, gli operatori delle borse si attendono un ulteriore taglio nella riunione ordinaria di settimana prossima.

Sul piatto rialzista della bilancia dei mercati pesa anche la trimestrale di Microsoft che ha battuto le attese degli analisti e ha comunicato un outlook superiore alle previsioni per la prima metà del 2008. I titoli del comparto tecnologico sono i migliori della giornata nel Vecchi continente. L’indice DJ Stoxx di settore segnala infatti un rialzo di poco superiore ai tre punti percentuali. Bene anche i titoli automobilistici con Fiat che a Piazza Affari beneficia dei buoni risultati trimestrali salendo del 3,5%, le risorse di base e il petrolio spinti verso l’alto dalla crescita dei prezzi del petrolio e dal nuovo record dell’oro sopra i 920 dollari l’oncia, e le utilities che rimbalzano dopo essere state fortemente penalizzate a inizio settimana.


Quando manca poco meno di un’ora all’apertura di Wall Street, a Francoforte il Dax guadagna l’1,9%, il Cac40 francese sale dell’1,35%, l’Ibex di Madrid avanza di oltre due punti percentuali, l’Aex di Amsterdam prende un punto e mezzo e il Ftse100 londinese fa segnare un rialzo di poco superiore all’1%.


A Piazza Affari +1,3% per l’S&P/Mib, +1,52% per il Mibtel. Spiccano i rialzi di Atlantia (+4%) dopo che i Benetton hanno consolidato il loro controllo della società concessionaria autostradale, Fiat di cui già si è detto (+3,4%), Mediaset che sale di oltre 3 punti percentuali a seguito della caduta del governo Prodi e quindi della sopravvenuta impossibilità dell’approvazione della legge Gentiloni sul riassetto del sistema televisivo italiano, legge penalizzante per il gruppo di Segrate.