Le Borse europee chiudono in ribasso. Piazza Affari chiude negativa in scia a Wall Street

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La prima seduta della settimana si è chiusa con segno meno per le Borse europee, complice anche un avvio negativo di Wall Street. A Londra l’indice Ftse 100 ha terminato con un -0,26% a 5831 punti, il Dax di Francoforte ha perso lo 0,50% a 6909 punti, mentre il Cac40 di Parigi ha lasciato sul terreno lo 0,27% a 3426 punti. Unica eccezione nel panorama europeo è stata Madrid, dove l’indice Ibex è riuscito a mantenere il segno più chiudendo con un rialzo dello 0,31% a 7069 punti. In una giornata generalmente calma in pieno periodo estivo e in assenza di dati macro, l’attenzione degli investitori si è rivolta verso l’economia giapponese che nel secondo trimestre dell’anno è cresciuta meno del previsto (+0,3% t/t contro attese di un +0,6% dopo il +1,2% del trimestre precedente). Domani toccherà all’Europa, con la prima lettura del Pil relativo al secondo trimestre.
La Borsa di Milano ha chiuso in moderato ribasso bruciando i guadagni in scia all’andamento negativo di Wall Street. Questa mattina il Pil giapponese ha deluso le attese. Nel periodo aprile-giugno l’economia nipponica è cresciuta dello 0,3%, peggio delle attese degli analisti che indicavano un rialzo dello 0,6%. Su base annua l’incremento è stato pari all’1,4% contro previsioni per un +2,5%. In Grecia il Pil ha invece mostrato una flessione del 6,2% nel secondo trimestre dopo il -6,5% registrato nei primi tre mesi dell’anno. Buona la reazione del listino milanese, con il Ftse Mib arrivato fino a 14.701 punti, dopo che il Tesoro ha collocato Bot a 12 mesi per 8 miliardi di euro al rendimento medio pari al 2,767%, in flebile aumento rispetto al 2,697% dell’asta su titoli di analoga durata tenuta lo scorso 12 luglio, mentre le richieste hanno superato il quantitativo offerto di 1,693 volte rispetto al bid to cover di 1,546 della precedente asta. Piazza Affari ha poi azzerato i guadagni dopo l’avvio non esaltante di Wall Street e l’indice Ftse Mib ha chiuso in calo dello 0,11% a 14.532 punti.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RATING

Germania: S&P’s conferma la tripla A, l’outlook è stabile

S&P Global Ratings ha annunciato di aver confermato la valutazione “AAA/A-1+” assegnata alla Repubblica federale tedesca. “L’outlook stabile riflette la convinzione che nei prossimi due anni i conti pubblici tedeschi e il forte avanzo esterno continu…

NPL

Carige: via libera a cessione portafoglio NPL di 950 milioni a veicolo

In linea con le iniziative strategiche contenute nell’aggiornamento del Piano 2016 – 2020 approvato lo scorso 28 febbraio, oggi il Cda di Carige ha approvato la cessione, da concludere “in tempi brevi e comunque entro il 30/6/2017”, di un portafoglio…

RICAVI PRELIMINARI

Luxottica: +5,2% per il fatturato del primo trimestre, outlook confermato

Grazie al forte contributo di Europa e America Latina, all’andamento favorevole dei cambi e all’ottima performance del marchio Ray-Ban, il primo trimestre di Luxottica si è chiuso con una crescita del fatturato del 5,2% a 2.384 milioni di euro (+1,9%…

MERCATI

Borse europee caute, indicazioni deludenti dal Pil a stelle e strisce

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee. A Londra il Ftse100 ha terminato a 7.203,94 punti, lo 0,46% in meno rispetto al dato precedente, il Dax si è fermato a 12.438,01 (-0,05%) e il Cac40 a 5.267,33 (-0,08%). Sopra la…