Le Borse europee chiudono in calo, Londra sulla parità

Inviato da Valeria Panigada il Gio, 23/08/2012 - 17:51
Le Borse europee hanno chiuso in territorio negativo (tranne Londra sulla parità), dopo una partenza in rialzo. A Francoforte l'indice Dax ha terminato in calo dello 0,97% a 6949 punti, a Parigi il Cac40 è scivolato dello 0,84% a 3432 punti, mentre l'Ibex di Madrid ha perso lo 0,79% a 7282 punti. La migliore piazza d'Europa è stata Londra dove l'indice Ftse ha segnato in chiusura un +0,04% a 5776 punti. Le speranze iniziali per un nuovo quantitative easing (QE3), scaturite dalle minute della Federal Reserve, si sono spente dopo le parole di uno dei membri del board, James Bullard, in una intervista televisiva al canale statunitense Cnbc. Il presidente della Fed di St. Louis ha chiarito che la Fed sta tentando di mantenere ancora aperte più opzioni e per questo è stata vaga sui tempi di nuovi stimoli. Bullard ha aggiunto comunque di non essere certo che i recenti dati economici siano coerenti con interventi di grandi dimensioni. A raffreddare gli entusiasmi anche le dichiarazioni del ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, che durante un'intervista a un'emittente radio tedesca ha affermato che concedere più tempo alla Grecia per attuare i tagli alla spesa pubblica non risolverà i suoi problemi. Secondo Schaeuble concedere più tempo significa più soldi e, a detta del ministro tedesco, la zona euro ha ormai raggiunto il limite sostenibile. Domani il premier greco, Antonis Samaras, incontrerà a Berlino il cancelliere tedesco, Angela Merkel.
COMMENTA LA NOTIZIA