1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Le banche mettono da parte le paure della crisi del debito. Unicredit in luce

QUOTAZIONI Unicredit
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Per un giorno le paure della crisi del debito sovrano finiscono in fondo al cassetto. E le banche quotate a Piazza Affari ne approfittano. Intesa sale del 3,45% a 2,156 euro, di pari passo con Unicredit che guadagna il 3,40% a 1,674 euro. Su Piazza Cordusio sono forti i sospetti di un prossimo aumento di capitale. Anche se nessuno azzarda a un timing preciso. “Le banche italiane non si sono mosse molto velocemente: hanno ripristinato i coefficienti patrimoniali per riportare fiducia agli investitori. La crisi del debito sovrano pesa come una spada di Damocle: è lì che resta sullo sfondo. Questa crisi è un problema strutturale, che presenta parecchi rischi che gli investitori devono prezzare guardando alle situazioni di fragilità”, spiega un analista di una primaria banca d’affari. Per l’esperto per Unicredit la strada è segnata. “E’ una banca fortemente esposta all’Est d’Europa e sarà inserita nelle Sifi, le banche di importanza sistemica, anche se resta un punto interrogativo la reazione delle Fondazioni e degli azionisti”.