1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Le banche affossano Piazza Affari, Ftse Mib cede oltre l’1% -2-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Il mobile non ha segnato alcun miglioramento ed è addirittura peggiorato”, hanno fatto notare gli analisti di Equita che hanno limato il target price di Telecom del 7,7% a 1,2 euro, confermando il giudizio hold. Anche Nomura ha abbassato il prezzo obiettivo sull’azione a 1,08 euro da 1,12 euro, mantenendo la raccomandazione reduce. Tutta un’altra musica per Tenaris, che ha svettato sul paniere principale con un balzo del 3,15% a 15,71 euro. La società ha annunciato ieri in tarda serata un utile netto in crescita del 28% a 302,7 milioni di dollari, oltre le attese degli analisti che erano ferme a 288 milioni di dollari.

Bene la galassia del Lingotto: Fiat ha guadagnato il 2,08% a 12,78 euro, mentre Exor è avanzata dell’1,56% a 20,15 euro. Il mercato ha apprezzato le dichiarazioni distensive dell’Ad Sergio Marchionne: “dopo aver riportato l’azienda a competere a livello internazionale intendiamo rafforzare le nostre radici in Italia. Il nostro progetto è studiato perché la Fiat possa crescere in Italia”. Intanto dopo il test dei conti del Lingotto, lunedì sarà la volta di Chrysler ad alzare il velo sui dati di bilancio. Secondo gli analisti interpellati da un sondaggio dell’agenzia Bloomberg, la controllata americana di Fiat riporterà la perdita trimestrale inferiore degli ultimi 18 mesi, da quando cioè il gruppo è stato salvato dalla bancarotta. La casa di Auburn Hills potrebbe quindi registrare nel trimestre una perdita netta di 129 milioni di dollari.

Commenti dei Lettori
News Correlate
TRIMESTRALI USA

Ibm in rosso a Wall Street nonostante trimestrale

Seduta negativa a Wall Street per Ibm, con il titolo che cede quasi il 4% nonostante i risultati trimestrali migliori delle attese e i ricavi in crescita per la prima …

MERCATI

Borse europee ai massimi da 2 anni

I titoli legati alle risorse di base, che capitalizzano il calo dell’indice del dollaro ai minimi da tre anni, e quelli del comparto automotive permettono ai listini europei di spingersi …