Lavoro: Ocse, più partecipazione delle donne aumenterebbe Pil pro-capite dell'1% annuo

Inviato da Valeria Panigada il Lun, 17/12/2012 - 15:02
La partecipazione delle donne al mercato del lavoro in Italia è tra le peggiori dei Paesi Ocse, un fattore che penalizza fortemente l'economia del Paese. Lo rivela l'Ocse nel suo rapporto "Closing the gender gap", pubblicato oggi. Nel rapporto, l'Italia è al terzultimo posto tra i 34 Paesi aderenti all'Organizzazione, davanti solo a Turchia e Messico, per livello di partecipazione femminile al lavoro (pari al 51% contro una media Ocse del 65%). Secondo gli esperti, se nel 2030 la partecipazione femminile al lavoro raggiungesse i livelli maschili, il Pil pro-capite salirebbe di 1 punto percentuale l'anno.
COMMENTA LA NOTIZIA