1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Lavoro: occupati crescono ancora, soprattutto tra le donne. A maggio disoccupazione scesa all’11,5%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
lavoro, donne, disoccupazioneNuovi, seppur lievi, segnali di miglioramento per il mercato del lavoro in Italia. Dopo l’aumento registrato nei due mesi precedenti, gli occupati sono saliti ancora a maggio: +21 mila persone occupate. Un aumento che ha riguardato soprattutto le donne. Il tasso di occupazione è così migliorato di 0,1 punti percentuali sul mese precedente al 57,1%. Di conseguenza, il tasso di disoccupazione è sceso all’11,5%, contro l’11,6% di aprile (dato rivisto dall’11,7% precedente).
Sale l’occupazione femminile
Secondo i dati diffusi oggi dall’Istat, a maggio la crescita degli occupati rispetto al mese precedente ha interessato le sole donne (+0,3%) a fronte di una sostanziale stabilità registrata tra gli uomini. Il tasso di occupazione maschile, pari al 66,4%, è aumentato di 0,1 punti percentuali, mentre quello femminile, pari al 47,9%, o migliorato di 0,2 punti.
Non solo. Dopo il calo di marzo e aprile, la stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni è calata anche a maggio (-27 mila). La diminuzione ha riguardato esclusivamente le donne mentre si è registrato una stabilità tra gli uomini.
Lavoro dipendente e giovanile
La crescita occupazionale a maggio è determinata anche dai lavoratori dipendenti, sia permanenti sia a termine. La stima dei dipendenti a maggio è cresciuta dello 0,3% (+49 mila). L’aumento ha coinvolto sia i dipendenti a tempo indeterminato (+0,1%, pari a +11 mila) sia quelli a termine (+1,6%, pari a +37 mila).
Per quanto riguarda i giovani, a maggio il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, cioè la quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati e disoccupati), è pari al 36,9%, invariato rispetto al mese precedente.