1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Lavoro ›› 

Lavoro: le professioni più richieste del 2017

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La digitalizzazione e l’innovazione tecnologica guideranno i trend degli annunci di lavoro in Italia. E’ la previsione di Kelly Services Italia, secondo cui ai lavoratori è richiesto di abituarsi sempre di più a forme di lavoro flessibili, consulenze, temporary management e microimprenditorialità. Ecco le figure professionali più ricercate nel 2017:

– ANALISTI/BUSINESS INTELLIGENCE MANAGER. Si tratta di profili in grado di gestire dati, analizzarli e fare previsioni. È richiesto un background nel settore ingegneristico e informatico. Completano il profilo la passione per la tecnologia e la capacità/volontà di mantenersi sempre aggiornati sugli ultimi trend del settore. I range retributivi variano in base alla seniority, con un minimo indicativo di 24/25 mila euro. Il Business Intelligence Manager ha il compito di individuare e sviluppare metodologie di ricerca e analisi innovative al fine di garantire un’interpretazione sempre più esaustiva del mercato e delle sue dinamiche per la pianificazione strategica aziendale. Il range retributivo è dai 50.000 ai 75.000 euro.

– IT SECURITY MANAGER. Mette in campo la propria preparazione tecnico-scientifica al fine di garantire e proteggere i dati su Internet, Intranet e reti. Deve mantenersi costantemente aggiornato sia per quel che concerne i pericoli nella rete, ma anche in tema di sicurezza, intesa come tutela della privacy o legislazione inerente i crimini informatici. Il range retributivo è dai 40.000 ai 60.000 euro.

– AREA SUPPLY MANAGER. E’ un profilo già richiestissimo nel 2016, che continuerà ad esserlo per il 2017. Questa figura interagisce con le funzioni di produzione, di vendita e di distribuzione e riporta direttamente alla direzione dell’azienda. Il Supply Chain Manager ha un raggio d’azione più ampio e completo della logistica intesa in senso tradizionale. Oltre ad ottimizzare i flussi materiali (beni) e quelli immateriali (informazioni), la figura ha come obiettivo una gestione integrata dei processi logistici, deve considerare tutte quelle attività quali l’approvvigionamento, la movimentazione e lo stoccaggio dei beni, ma anche la pianificazione della produzione, la gestione degli ordini, il controllo degli stock, il servizio ai clienti. Il range retributivo varia dai 75.000 ai 100.000 euro più variabile.

– AREA SALES. Sono profili sui quali le aziende investono sempre per spingere sulle vendite e per aumentare il fatturato. Il range varia, a seconda della seniority, da 28.000 a 40.000 euro più variabile.

– SENIOR CONSULTANT E AREA AMMINISTRAZIONE FINANZA E CONTROLLO. È il tipico profilo che caratterizza le società di consulenza manageriale. I profili più ricercati hanno 3 o 4 anni di esperienza su attività legate al ciclo contabile e all’area controlling/reporting. Un’ottima conoscenza della lingua inglese, una laurea ad indirizzo economico (plus diploma di ragioneria), la padronanza del pacchetto Office e uno spiccato orientamento al cliente completano il profilo. Il range retributivo si aggira tra i 28/30.000 euro, con interessanti opportunità di sviluppo e di carriera.

– CONTROLLER. Il controller o responsabile del controllo di gestione è una figura strategica all’interno di un’azienda. Le competenze richieste riguardano i processi di contabilità analitica con la predisposizione di budget e forecast, unitamente ad attività di reporting di gestione. L’ottima conoscenza della lingua inglese, inoltre, rappresenta un requisito fondamentale. Il range retributivo è tra i 40/60.000 euro.