1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Lavoro ›› 

Lavoro: il 2012 è l’anno dell’outsourcing

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il 2012 può essere definito l’anno dell’outsourcing. Secondo un sondaggio di Freelancer.com – condotto tra più di 2.000 Pmi italiane – circa il 56% dei proprietari di piccole imprese ha dichiarato di avere affidato parte del lavoro a consulenti e liberi professionisti, una scelta che ha garantito la crescita aziendale nel corso degli ultimi 12 mesi. Avvalersi delle competenze di un freelance rappresenta – per il 54% degli intervistati – la soluzione ideale per non scendere a compromessi in fatto di qualità del lavoro, avendo a disposizione notevole elasticità. In un mercato del lavoro sempre più ingabbiato in normative stringenti e con contratti sempre meno flessibili, le aziende scelgono dunque delle soluzioni che offrano rapidità e un buon rapporto qualità/prezzo. Dall’indagine emerge inoltre che il 46% dei piccoli imprenditori ha deciso di affidarsi a programmatori e sviluppatori web per migliorare le performance ed essere competitivi. Il 35%, invece, utilizza risorse esterne per attività di segreteria, pareri legali ed amministrativi.