1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Lavoce.info: matrimonio tra Borse lascia aperto qualche punto interrogativo -2-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Un aspetto delicato dell’operazione è costituito dall’impatto sulla concorrenza tra mercati. L’articolo di Baglioni su La voce.info rimarca come, al contrario della Borsa di Londra, quella di Milano presenta un forte grado di integrazione verticale: le società che gestiscono gli scambi e le fasi successive allo scambio (Cassa di compensazione e garanzia e Monte titoli) appartengono allo stesso gruppo. “Questa è una caratteristica del mercato italiano che non piacerà alle autorità antitrust inglesi, e per buoni motivi”, sottolinea il docente dell’Università Cattolica di Milano, con i legami verticali che si prestano a un utilizzo anticoncorrenziale: ad esempio, una società-mercato può indurre le sue strutture di post-trading a penalizzare altri mercati che volessero utilizzare quelle strutture per farle concorrenza – offrendo servizi di scambio sugli stessi titoli.
Ma chi si gioverà dell’operazione Lse/Borsa Italiana? Gli azionisti e i manager delle società-mercato sono chiaramente interessati all’accordo. Per gli investitori vi sono i benefici che derivano dalla maggiore liquidità di un mercato integrato, grazie all’opportunità di accesso reciproco Milano-Londra per gli intermediari. Resta il punto di domanda, conclude Baglioni, dell’impatto sui costi di transazione: sotto questo profilo, la Borsa italiana è attualmente tra le migliori in Europa, mentre lo stesso non si può dire per il Lse. All’orizzonte ci potrebbe essere quindi la minaccia di un aumento dei costi.