1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

A. Laidi: le parole di Bernanke potrebbero indebolire il dollaro o rafforzare lo yen

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ashraf Laidi, Chief Market Strategist di Cmc Markets, a proposito della testimonianza di questa sera del Chairman della Fed Ben Bernanke, chiamato a spiegare la revisione al ribasso delle stime di crescita e inflazione della Fed, dipinge due possibili scenari.

Nel primo Bernanke potrebbe focalizzare la propria attenzione sulle conseguenze della decisione della Fed, annunciando ad esempio il mantenimento dei tassi ai minimi storici ancora per un periodo di tempo prolungato: in questo modo, rileva Laidi, ne uscirebbe indebolito il dollaro ed i rendimenti dei titoli a 2 e 10 anni (questi ultimi potrebbero scendere sotto il 2,9%); beneficerebbero di questo tipo di approccio anche i listini azionari, le materie prime e le c.d. commodity currencies. Se invece Bernanke dovesse enfatizzare i fondamentali alla base della revisione al ribasso (Pil, inflazione e disoccupazione) gli operatori si sposterebbero sulla divisa giapponese.

Per quanto riguarda l’euro, Laidi sottolinea come in questo momento sia sostenuto dalle indiscrezioni secondo cui le banche francesi e spagnole avrebbero passato gli stress-test e dalla volontà statunitense di mantenere il costo del denaro ai minimi storici ancora per parecchio tempo.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Wall Street spinge le borse europee

L’avvio positivo dei listini statunitensi permette alle borse del Vecchio continente di terminare la seduta sopra la parità. Chiusura in sostanziale parità per Francoforte (-0,07% a 12.461,91 punti) mentre segni …

NUOVI CONTRATTI

Avio: contratto per fornitura ultimo lotto Ariane 5

Avio e Europropulsion hanno firmato a Parigi un contratto di fornitura per l’ultimo lotto di produzione di Ariane 5 per i prossimi 4 anni. “Il contratto siglato a Parigi per …

COMMODITY

Petrolio: inatteso calo per le scorte Usa, Wti in rialzo

Nell’ultima settimana le scorte di petrolio negli Stati Uniti hanno segnato un rosso di 1,6 milioni di barili. Gli analisti avevano stimato un incremento di 2,2 milioni. La contrazione sta …