A. Laidi: il dollaro è destinato a muoversi in scia dell’andamento dell’economia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ashraf Laidi, Chief Market Strategist di CMC Markets, nel suo intervento di oggi rileva come le dichiarazioni del n.1 della Fed di St. Louis Bullard, secondo cui la fase 2 del Quantitative Easing potrebbe risultare inferiore ai 600 mld inizialmente messi in conto, impongono agli operatori di rimodulare di volta in volta le proprie valutazioni.

Con la Fed che deciderà l’entità degli acquisti di asset in base alle specifiche condizioni congiunturali, “dati positivi per l’economia statunitense porteranno ad un rafforzamento del dollaro (perché la Fed potrebbe ridurre l’ammontare dei titoli acquistati), in special modo se le tensioni legate alla ristrutturazione del debito irlandese continueranno a persistere”.

Laidi sottolinea che ci sono tre forze sui mercati che possono destabilizzare l’appetito per il rischio degli operatori e di conseguenza l’euro: la prima è un forte dissenso all’interno del parlamento irlandese verso le misure di austerità, la seconda è il sostegno di Francia e Germania per una ristrutturazione del debito ed infine attenzione ai timori di ulteriori innalzamenti del costo del denaro in Cina.

Questi tre fattori penalizzeranno la moneta unica contro sterlina, franco svizzero e dollaro canadese, mentre per Laidi se l’euro-dollaro (1,3530 in questo momento) dovesse chiudere sotto quota 1,35 potremmo assistere ad ulteriori ribassi verso quota 1,3320.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RATING

Germania: S&P’s conferma la tripla A, l’outlook è stabile

S&P Global Ratings ha annunciato di aver confermato la valutazione “AAA/A-1+” assegnata alla Repubblica federale tedesca. “L’outlook stabile riflette la convinzione che nei prossimi due anni i conti pubblici tedeschi e il forte avanzo esterno continu…

NPL

Carige: via libera a cessione portafoglio NPL di 950 milioni a veicolo

In linea con le iniziative strategiche contenute nell’aggiornamento del Piano 2016 – 2020 approvato lo scorso 28 febbraio, oggi il Cda di Carige ha approvato la cessione, da concludere “in tempi brevi e comunque entro il 30/6/2017”, di un portafoglio…

RICAVI PRELIMINARI

Luxottica: +5,2% per il fatturato del primo trimestre, outlook confermato

Grazie al forte contributo di Europa e America Latina, all’andamento favorevole dei cambi e all’ottima performance del marchio Ray-Ban, il primo trimestre di Luxottica si è chiuso con una crescita del fatturato del 5,2% a 2.384 milioni di euro (+1,9%…

MERCATI

Borse europee caute, indicazioni deludenti dal Pil a stelle e strisce

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee. A Londra il Ftse100 ha terminato a 7.203,94 punti, lo 0,46% in meno rispetto al dato precedente, il Dax si è fermato a 12.438,01 (-0,05%) e il Cac40 a 5.267,33 (-0,08%). Sopra la…