1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

A. Laidi (Cmc Markets): il dollaro potrebbe continuare a scendere

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Secondo Ashraf Laidi, Chief Market Strategist di Cmc Markets, il dollaro è destinato ad indebolirsi ulteriormente se l’attenzione degli operatori resterà focalizzata sui dati statunitensi. Euro e sterlina, al contrario, stanno beneficiando della stabilizzazione delle condizioni macro.

L’influsso negativo sui rendimenti, sulle azioni e sul dollaro (“rare negative trifecta”, quando cioè uno scommettitore riesce ad individuare l’esatto ordine dei primi tre classificati ad una corsa di cavalli) è sottolineato, secondo Laidi, da aspettative disinflazionistiche e paure per un ritorno della recessione (c.d. double dip). Questo, continua Laidi, aiuta a spiegare lo spread tra titoli di Stato a 10 anni statunitensi e tedeschi, sceso ai livelli minimi da un anno la scorsa settimana (34 pb).

Il calo dei rendimenti dei bond in genere avviene in concomitanza della debolezza del mercato azionario, perché i prezzi delle obbligazioni sono spinti al rialzo dai capitali che escono dall’azionario. Ed in queste condizioni il dollaro tende a guadagnare terreno. Nelle ultime due settimane, l’azionario ha risentito dei dati negativi in arrivo dagli Stati Uniti (dalle nuove case al mercato del lavoro); un simile contesto macro ha quindi spazzato via qualsiasi ipotesi di una stretta monetaria nel 2010, indebolendo così, in combutta con i timori deflazionistici, il biglietto verde.

Il dollaro, secondo Laidi, continuerà a scendere se l’attenzione degli investitori resterà focalizzata sulla situazione statunitense oppure se l’economia globale continuerà a dare segnali di debolezza (o anche di stabilizzazione). Ma attenzione ad un euro/dollaro sopra quota-1,28 in mancanza di indicazioni positive dall’economia europea: in questo caso, conclude Laidi, il rallentamento cinese favorirebbe un indebolimento delle commodities che finirebbe per supportare il dollaro.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Calo dell’IFO trascina al ribasso le borse UE

Partite deboli, le borse europee hanno accentuato i ribassi a seguito della pubblicazione dell’indice tedesco IFO, sceso a giugno da 102,3 a 101,8 punti. In particolare, i settori maggiormente colpiti …

OPA

Snaitech: domani parte l’Opa di Pluto

Nell’ambito dell’offerta pubblica di acquisto obbligatoria totalitaria promossa da Pluto Spa (Playtech) su massime 35.950.278 azioni Snaitech, il periodo di adesione inizierà alle 8:30 di domani e terminerà alle 17:30 …

BORSA ITALIANA

IMA – perfezionata acquisizione 70% di Ciemme

IMA ha perfezionato oggi, con la la famiglia Brenna, il closing per l’acquisizione del 70% della società Ciemme, che produce e commercializza macchine automatiche per il fine linea, come annunciato …